Come diventare fisioterapista sportivo?

La figura del fisioterapista sportivo è oggi più che mai richiesta. Sono tantissime infatti le discipline sportive il cui livello di competitività è aumentato a tal punto da rendere indispensabile il riuscire a diminuire quelli che sono i tempi di recupero degli atleti a seguito di un infortunio e soprattutto riuscire a fare in modo da evitare infortuni di tipo non traumatico.

Soprattutto in sport quali il calcio, basket, pallavolo e tennis, la figura del fisioterapista sportivo è pressoché indispensabile al punto tale che le varie società sportive hanno un vero e proprio team di professionisti di questo tipo, i quali si dedicano quotidianamente ai vari atleti componenti la squadra.

Ogni atleta infatti è da vedere un po’ come un asset della società, la quale gode delle sue prestazioni sportive, e per questo motivo diventa prioritario riuscire a preservarne l’integrità fisica.

Ecco dunque il motivo per il quale tante persone che pensano di avviare una carriera in ambito medico si chiedono come diventare fisioterapista sportivo e quale sia il percorso da seguire.

Vediamo allora di seguito di fare chiarezza in merito.

Il percorso formativo per diventare fisioterapista sportivo

È importante sapere innanzitutto che è necessario acquisire una laurea in fisioterapia, la quale fa capo alla facoltà Medicina e Chirurgia.

A seguito della laurea è necessario seguire un tirocinio formativo che può essere espletato anche all’interno di strutture ospedaliere, cliniche o poli multifunzionali in cui vengono erogate prestazioni mediche.

Si tratta di un tirocinio pratico molto importante e che consente al laureando di acquisire nozioni che non esistono sui libri ma che fanno parte del proprio lavoro nel quotidiano. Fatto questo si può pensare di specializzarsi, ricordando comunque che non esiste al momento una normativa che regoli il settore e che indichi uno specifico percorso post laurea a chi intende diventare fisioterapista sportivo.

Ad ogni modo, visto l’altissimo livello di specializzazione attualmente richiesto, è fortemente consigliato frequentare degli specifici corsi in ambito medico-sportivo e più in generale qualsiasi corso di terapie manuali possa sembrare utile.

Come trovare lavoro una volta completato il percorso formativo?

Quando l’aspirante fisioterapista avrà completato il suo percorso formativo, sarà il momento di guardarsi attorno per riuscire a trovare uno sbocco lavorativo. La buona notizia è che in questo settore è facile trovare una buona occupazione, dato l’alta richiesta di professionisti specializzati.

Da questo punto di vista il consiglio è quello di mettersi direttamente in relazione con realtà sportive e dunque società di qualsiasi tipo proponendo la propria candidatura. Dato che si tratta di una figura professionale particolarmente ricercata, trovare una società interessata ad acquisire le prestazioni di un buon medico sportivo non dovrebbe essere un problema.

È Importante sottolineare che è possibile inviare la candidatura anche per tutte quelle società dilettantistiche che pur non disputando campionati professionistici necessitano ugualmente di tale figura, così come hanno bisogno di un fisioterapista sportivo anche a tutte quelle società che fanno parte dei cosiddetti “sport minori”.

Conclusione

Un fisioterapista sportivo è dunque a tutti gli effetti un professionista altamente specializzato le cui prestazioni sono particolarmente richieste, da qualche anno a questa parte.

Le società sportive affidano infatti i propri atleti ai fisioterapisti sportivi in maniera tale da riuscire ad accorciare i tempi di recupero o fare direttamente in modo che determinati tipi di infortuni non vadano a presentarsi.

Intraprendere questo tipo di percorso formativo è certamente un’esperienza stimolante, e bisogna tenere a mente che si tratta di un settore in cui la formazione è una necessità costante anche nel momento in cui si comincerà a lavorare.

Più ci si tiene aggiornati infatti, e più si acquisiscono nuove tecniche di manipolazione, più si riesce ad essere efficaci.